Film Garantiti

Stampa ArticoloStampa


CREDI DI POTERCELA FARE?
Un bambino scopre che:
1) la fede è in grado di spostare le montagne
2) la speranza fa andare avanti con fiducia
3) la carità apre orizzonti sconfinati

da

Pepper Flynt Busbee è un simpatico ragazzo di 8 anni, chiamato Little Boy per la sua statura, che vive serenamente con i genitori e il fratello maggiore in una piccola cittadina di mare della California, durante la Seconda Guerra Mondiale. Un giorno il padre, a cui lui vuole tanto bene, deve partire per la guerra e dopo qualche tempo la madre viene informata che suo marito viene dato per disperso. Little Boy non sa darsi pace. Il parroco di quella cittadina gli ricorda che Gesù ha detto che basterebbe avere una fede anche piccola come un granello di senape per smuovere le montagne. Pertanto, se vuole che suo padre ritorni, deve compiere alcune opere di misericordia corporale per aumentare la sua fede. La prima di queste è fare amicizia con l'unico giapponese che vive in quella cittadina, osteggiato da tutti gli altri abitanti...
Dopo 10 anni dal suo precedente film Bella, la storia di una ragazza che trova il coraggio di portare avanti una gravidanza non desiderata, il regista e sceneggiatore messicano Alejandro G. Monteverde ritorna sugli schermi con il racconto garbato di un bimbo di otto anni che non perde la speranza di veder ritornare il padre, dato per disperso sul fronte del Pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale.
Lo stile adottato da Alejandro potrebbe sembrare quello di una favola gentile ma in realtà esprime il suo impegno nel porsi dal punto di vista di Little Boy, un ragazzo che pur di vedere tornare suo padre, finisce per credere a tutto ciò che gli sembra utile al suo scopo, perfino a un prestigiatore che lo invita a spostare una bottiglia sul tavolo con la sua sola forza della volontà. Sarà poi il suo parroco quando il bambino è ormai convinto che con la fede si possono spostare le montagne a chiarirgli che tutto ciò può accadere se è espressione della Volontà Divina. Little boy, non ha quindi nessuna remora a passare dallo spostamento di una bottiglia (predisposto dal prestigiatore) a smuovere addirittura le montagne come dice il Vangelo (effetto indotto dall'arrivo in contemporanea di un terremoto). È l'aspetto più scherzoso del film che lascia in sospeso, l'eterno problema, per chi ha fede, di interpretare ciò che accade intorno a lui come espressione della Provvidenza, senza eccedere nello scetticismo, ma neanche nel miracolismo.
Più serio ed efficace è il risvolto umano della storia, quando Little Boy, su ispirazione del parroco, decide di mettere in pratica alcune opere di misericordia corporale, come visitare i prigionieri, curare gli infermi ma soprattutto diventare amico di Hashimoto, l'unico giapponese della cittadina, osteggiato e insultato da non pochi facinorosi del luogo. [...]

Franco Olearo
Fonte: Family Cinema Tv


LITTLE BOY, LA PRIMA ARMA NUCLEARE DELLA STORIA

"Little Boy" fu il nome in codice della bomba Mk.1, la prima arma nucleare della storia a essere stata utilizzata in un conflitto attraverso il bombardamento di Hiroshima durante gli ultimi giorni della seconda guerra mondiale.
A Hiroshima morirono istantaneamente per l'esplosione nucleare tra le 66 000 e le 78 000 persone e una cifra simile rimase ferita. Un numero elevato di persone sono morte nei mesi e negli anni successivi a causa delle radiazioni.
La detonazione di "Little Boy" è stata la prima esplosione nucleare della storia basata sull'uranio. La bomba "Little Boy" era dunque un prototipo non provato e, ai fatti, il suo lancio su Hiroshima rappresentò quindi un vero e proprio test di funzionamento. I precedenti esperimenti di fissione controllata dell'uranio avevano permesso agli scienziati di confezionare un'arma senza la necessità di eseguire un vero test prima dell'utilizzo sul campo. Inoltre gli Stati Uniti d'America non disponevano prima della fine del secondo conflitto mondiale di uranio arricchito in quantità sufficiente da poter realizzare una bomba all'uranio sperimentale prima dell'impiego di "Little Boy". Infine il materiale nucleare era molto costoso e quindi si preferiva non utilizzarlo per i test.
Fonte: Wikipedia

Per tornare al menu di "Little boy", clicca qui!

Stampa ArticoloStampa


"Film Garantiti" è un sito di divulgazione cinematografica che seleziona le migliori pellicole in circolazione. Il criterio di valutazione è la verità, da chiunque sia detta. Quando il grande schermo produce capolavori è importante che sia ricordato perché la cultura dominante tende a premiare autentiche spazzature e a dimenticare pellicole di sicuro valore.
I contenuti di questo sito possono essere copiati, ma è necessario citare "Film Garantiti" come fonte. Il materiale che si trova in questo sito è pubblicato senza fini di lucro e a solo scopo di studio, commento didattico e ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.